Dichiarazione dogana
Approfondiamo il concetto di dichiarazione in dogana

Cos’è la dichiarazione in dogana?

La dichiarazione in dogana è l’atto con il quale una persona (il dichiarante) manifesta, nelle forme e nelle modalità prescritte, la volontà di vincolare le merci a un determinato regime doganale. Chiaramente l’interessato indica l’eventuale specifica procedura da applicare (art. 5, CDU).

Tutte le merci destinate ad essere vincolate a un regime doganale sono oggetto di una dichiarazione in dogana appropriata al regime in questione (si esclude il regime di zona franca).

Funzione della dichiarazione

La dichiarazione in dogana può essere fatta da chiunque sia in grado di presentare alla dogana la merce con la documentazione necessaria per l’applicazione delle disposizioni relative al regime doganale per cui la merce è dichiarata.

Possiamo quindi affermare che la proprietà della merce NON è condizione essenziale per poter presentare la dichiarazione in dogana.

Attraverso la dichiarazione doganale il dichiarante (cioè colui che presenta la dichiarazione in dogana):

  • Mostra la volontà di vincolare la merce a uno dei regimi doganali ammessi (immissione in libera pratica/importazione definitiva, regimi speciali, esportazione);
  • Trasmette all’autorità tutti gli elementi necessari per l’applicazione delle disposizioni che regolano il regime scelto e per calcolare i diritti doganali dovuti.
Quali sono gli elementi essenziali?

Essi includono:

  • la qualità di un bene (che permette di determinare l’aliquota daziaria);
  • la quantità ed il valore che definiscono la base imponibile del dazio da applicare;
  • l’origine (non preferenziale e preferenziale) che comporta eventuali aggiunte o riduzioni del carico daziario.

A sostegno della dichiarazione la dogana può richiedere documenti quali:

  • fattura commerciale;
  • certificato di origine;
  • packing list;
  • lettere di vettura.

In Italia le dichiarazioni, firmate digitalmente, vengono presentate al Servizio Telematico Doganale. La dichiarazione doganale è quindi costituita da un tracciato elettronico che contiene le informazioni nella forma prevista dalla codicistica del DAU (Documento Amministrativo Unico). Questa si considera accettata nel momento in cui viene registrata nel sistema telematico dell’Agenzia delle Dogane. Dopo la registrazione, il messaggio viene verificato tramite il circuito doganale di controllo. Una volta concesso lo svincolo, le merci si svincolano dalla vigilanza doganale e si produce un’immagine intellegibile del DAU. Quest’ultima contiene i dati della dichiarazione doganale. La dichiarazione resa è costituita dal file inviato tramite il servizio telematico doganale. Precisiamo inoltre che un registro pubblico riporta tutte le dichiarazioni.

Per ogni dichiarazione il dichiarante deve conservare per tutto il periodo previsto dalle norme (art. 51 CDU), un fascicolo, anche in formato elettronico. Questo è costituito da:

  • Immagine elettronica del DAU (dichiarazione doganale);
  • Documenti presentati a corredo della dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + sette =