Un nuovo dazio all’importazione

Da un lato l’Unione Europea sta aumentando sempre di più le proprie ambizioni climatiche, dall’altro molti paese extra-comunitari rimangono caratterizzati da politiche climatiche molto meno rigorose e meticolose. In questo contesto il rischio del carbon leakage, la rilocalizzazione delle emissioni di carbonio, rimane concretamente tangibile ed infatti molte aziende unionali trasferiscono le produzioni ad alta intensità di carbonio laddove le politiche climatiche risultano essere palesemente meno restrittive.